venerdì 27 giugno 2014

Nasce la coop Sole insieme

Lunedì 30 giugno 2014, ore 11 sala biblioteca Provincia di Reggio Calabria, conferenza stampa di presentazione 


LE MADRI IN DIFFICOLTA’ INSIEME PER FARE IMPRESA
COSTITUITA A REGGIO CALABRIA LA COOPERATIVA SOCIALE SOLE-INSIEME
********************************************************************
Storie di sofferenza e di abbandono, spesso anche di violenza. Donne vittime di violenza, vedove, separate, oppure divorziate o nubili, ragazze madri, tutte con un più figli minori. Volti che raccontano storie di una di una povertà' ancora nascosta, invisibile. Dalla straniera sfrattata con una  bambina autisticada chi vive con tre figli in un alloggio-parcheggio senza acqua e luce, da chi ha vissuto nel lavoro mobbing, ricatti, sfruttamento, molestie sessuali e discriminazioni di chi vede nella donna sola una facile preda. Non prevista da nessuna legge, ma in crescita anche nella nostra città il numero delle madri sole, di chi deve crescere un figlio senza avere un compagno con il quale condividere responsabilità. In loro c’è  rabbia, ma anche  tanta dignità e umiltà nel chiedere diritti e non assistenzialismo, rifiutcontinuare ad essere invisibili e cancellati dalla politica e dalle istituzioni. Questo e tanto altro hanno spinto un nutrito gruppo di queste donne a reagire, senza aspettare passivamente l’aiuto delle Istituzioni o l’intervento assistenzialistico, prima favorendo la costituzione e la firma del protocollo della Rete Madri in difficoltà e poi, dopo avere seguito un primo percorso di formazione curato da Carmine Gelonese del Consorzio Kalon Brion, a presentarsi  oggi davanti al notaio Mariella Federico per costituire la cooperativa sociale Sole Insieme. Sono 18 i soci promotori, tutte rigorosamente donne, con la sola eccezione di un giovane con disabilità fisica. La Presidente è Giusy Nuri volontaria di Agape e di Libera, vice presidente, Virginia, consiglieri Elvira, Fouzia, Teresa, Daniela, Emma. Attraverso la cooperativa intendono impegnarsi per attivare percorsi d’inserimento lavorativo, sia attraverso la ricerca di commesse di lavoro, sia promuovendo forme di micro-imprese. Una scelta che è stata incoraggiati dal Presidente della provincia Giuseppe Raffa che assieme all’assessore al Lavoro Giovanni Arruzzolo ed alla consigliera di parità Daniela DeBlasio, si sono impegnati a favorire l’avvio della fase di start-up, ad assegnare  commesse ed a curare la formazione professionale e l’inserimento lavorativo.
Il 30 giugno è prevista alla Provincia una presentazione pubblica dell’iniziativa nel corso della  saranno illustrate le finalità ed i programmi che intende realizzare con l’aiuto delle Istituzioni, delle forze sociali e della cittadinanza tutta che sarà coinvolta nella realizzazione delle azioni previste  che richiedono concreteforme di solidarietà per non lasciare sole queste donne che hanno detto si alla vita.
Centro Comunitario Agape

Nessun commento:

Posta un commento