mercoledì 15 luglio 2015

Da rudere a laboratorio sartoriale, al via il primo “cantiere evento” presso l’immobile sequestrato alla ‘ndrangheta


Coop Soleinsieme 
Procedono i lavori per la realizzazione del laboratorio sartoriale della cooperativa Soleinsieme. 

Ieri, il primo “cantiere evento” aperto alla città, promosso dalla consigliera di parità della Provincia Daniela De Blasio, dalla docente universitaria Consuelo Nava, dall’associazione Pensando Meridiano, dal Tribunale di Reggio e dal carcere di Arghillà i cui  detenuti hanno lavorato per la ristrutturazione dell’immobile sequestrato alla ‘ndrangheta. 

Al primo “cantiere evento”, organizzato per mostrare il lavoro fin qui svolto nell’ambito del progetto “Reactioncity woman, hanno partecipato, insieme al Centro comunitario Agape, anche  la Provincia e il Comune di Reggio Calabria, Confindustria e Confcommercio.


 C. Nava e G. Nuri mostrano le borse realizzate
dagli incarti della Caffè Mauro 
«A novembre questo era un luogo fatiscente – ha detto Giusy Nuri, volontaria di Libera e presidente della cooperativa Soleinsieme - ma incrociando questi percorsi di associazioni, giovani e istituzioni si sta realizzando un risultato importante, mi  fa piacere  e sono orgogliosa che questo bene diventi anche un luogo della città». 
Momenti d'arte presso la sartoria
Giovanna e Fouzia, socie di Soleinsieme 
Giusy Nuri - presidente coop Soleinsieme 

Nessun commento:

Posta un commento